venerdì 7 settembre 2012

Un altro mondo

Oggi prima uscita e già capisci di essere in un altro mondo. Autobus puntualissimo, poi una breve camminata ed eccomi al Service Canada. Dopo 8 minuti, la compilazione di un foglietto poco più grande di un post-it e il pagamento di 0$, ho il mio SIN. La tessera vera e propria mi arriverà via posta in 2-3 settimane. Insomma, come in Italia no?

Questione telefono: qui è tutto diverso. Innanzitutto c'è una distinzione tra chiamate locali e non anche per i cellulari. Mentre in Italia chiamare a 10km di distanza o 1000km non ha differenza, qui sì. Inoltre si paga sia che si faccia che si riceva la telefonata e si paga anche per vedere il numero di chi ci chiama. Non esistono prepagate come le nostre, anche se esistono delle opzioni "pay as you go" che funzionano come le nostre prepagate, ma con la differenza che il traffico acquistato va consumato entro un certo periodo (1 mese, 1 anno, etc.). La cosa migliore, quindi, sono dei piani mensili che partono da 20$ in su, che comprendono più o meno minuti di chiamate, messaggi etc. e a cui possono essere aggiunte delle opzioni (Una, per esempio, permette messaggi illimitati anche verso l'estero per 5%/mese). A fine mese arriva la bolletta che riporta anche costi aggiuntivi via e-mail e si paga anche con la carta di credito. Il mercato delle telefonia è vastissimo. Mentre da noi le compagnie telefoniche si contano sulle dita di una mano, qui ce ne sono tantissime: oltre alle big (Telus e Rogers) ci sono tante altre compagnie (Fido, Koodo, Virgin...). Adesso tocca studiare, così la prossima settimana vado a fare il nuovo numero. 

Nel frattempo vedo anche di cercare una banca con buon conto, possibilmente a zero spese o quasi, così da versarci futuri (ed auspicabili) stipendi e avere un tessera bancomat senza pagare la commissione ad ogni prelievo come ora prelevando dalla banca in Italia.

Visto che siamo in vena di confronti con l'Italia: i trasporti. Qualsiasi mezzo pubblico si usi (autobus, skyline, seabus), il biglietto è lo stesso. Vancouver è divisa in 3 zone; se si viaggia all'interno della zona il biglietto, valido 90 minuti, costa 2,50$. Se si attraversano due zone sono 3,75$ e sono 5$ viaggiare in tre zone. Ovviamente ci sono anche i pass giornalieri, mensili e annuali. La cosa bella, però, è che tutti i giorni dopo le 18.30, sabato, domenica e nei giorni festivi, con 2,50$ si viaggia in tutte le zone. Quasi tutti i bus, poi, hanno un porta biciclette davanti: alle fermate stabilite è possibile caricare e scaricare le bici, senza sovrapprezzo. 

2 commenti:

  1. Bella Nic!! Make people aware of what "Capo in B" is!! Never trust in Starbucks!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per un buon caffè andrò a provare qualche bar in Commercial Dr. (la Little Italy di Vancouver). Per il resto Starbucks rimane il miglior caffè al di fuori dell'Italia (il che è tutto dire). Devo provare Tim Hortons un giorno di questi

      Elimina