mercoledì 19 settembre 2012

La ricerca continua

Chi ha avuto occasione di fare lo studente fuori sede si è sicuramente imbattuto in appartamenti che sarebbe più opportuno definire discariche. La cosa non è poi molto diversa qui a Vancouver, solo che un po' con la lingua e un po' avendo a che fare con abili giochi linguistici è più facile partire con molte aspettative e poi rimanere delusi. Ecco una panoramica di quello che si trova in giro quando si cerca una stanza.

Basement
Lo si intuisce dal nome: è un appartamento più o meno interrato che rimane bello fresco in estate, ma in inverno rischia di raggiungere umidità vicine al 100%, soprattutto se l'isolamento non è eccezionale. Si possono trovare basement dove si scendono solo due o tre gradini e il soffitto resta abbastanza in alto, oppure altri dove una persona alta 1,68m come me è costretta ad abbassare la testa per attraversare l'ingresso e una persona alta 1,90m rischia di grattare la testa sul soffitto. Nel 75% dei casi il proprietario (che quasi sempre abita sopra) è un cinese e all'interno vivono asiatici. Se lo scopo è anche quello di imparare o migliorare l'inglese meglio puntare ad avere coinquilini di madrelingua inglese (e gli asiatici parlano veramente un pessimo inglese: provato di persona e confermato da diversi altri). Al di là, poi, che questi basement siano abusivi o meno, i prezzi oscillano dai 350$ ai 550$, per una stanza e cucina e servizi condivisi con un numero variabile di persone. La variabilità del prezzo non segue alcuna logica di mercato, ma è direttamente proporzionale all'avidità del proprietario. Il peggiore che ho visto (4 persone in 40-50mq, con soffitti alti 1,90m e con luce naturale praticamente inesistente) costava 475$, quanto il migliore che ho visto.

Garden suite/Main floor
Il primo è un nome poetico, il secondo equivoco per descrivere un appartamento al piano terra, a volte usato con più libertà per descrivere un seminterrato. Si trovano più facilmente che appartamenti al secondo piano e sono una buona soluzione. Hanno prezzi analoghi a quelli dei basement o leggermente più alti.

Den
Da wikipedia: un den è una confortevole, solitamente isolata, stanza in una casa. Bene, scordatevi questa bella definizione perchè nella maggior parte dei casi si tratta di uno sgabuzzino adibito a camera da letto. Si raggiungono a fatica i 4mq, difficilmente ci riuscite a far stare un armadio o un suo lontano parente e non perdete neanche tempo a cercare la finestra, perchè non c'è. Questa stanza si trova tipicamente negli appartamenti di downtown, nei grandi palazzi che spesso hanno al loro interno piscina, palestra, sauna, etc. Se uno se la sente di vivere in un sepolcro può essere una soluzione, ma occhio anche a quante persone ci sono nell'appartamento. Se ci sono una persona per camera, più l'eroe che dorme nel den il soggiorno dovrebbe essere abbastanza vivibile, ma se poi il soggiorno è più simile al campo profughi per avere una persona in più con cui dividere affitto e spese allora la vivibilità dell'appartamento è compromessa. I prezzi variano dai 450$ ai 600$. Se qualcuno è fortunato può anche trovare quello che affitta il den, ma con tale nome intende lo studio e allora è tutta un'altra storia, sarà sempre piccolo, ma almeno dovrebbe avere una finestra. In questo caso il prezzo può arrivare sugli 800$. Insomma, è sempre bene andare a vedere, ma meglio partire prevenuti.

Living room
Si tratta di sistemarsi nel salotto; quella che può sembrare una soluzione in stile campeggio, può essere invece la soluzione ideale se ovviamente vengono offerte garanzie sulla separazione. Insomma, non è che se arrivano ospiti questi sono costretti a vedere i vostri calzetti sporchi abbandonati ai piedi del letto. Generalmente chi affitta installa un divisorio, così da avere privacy e se le cose sono fatte bene è quasi come avere una camera. Sarebbe bene scegliere questa soluzione avendo già il lavoro e conoscendo quello dei coinquilini. Se gli orari di lavoro e quindi del riposo notturno non coincidono, chi dorme in sala sarà sempre quello più a rischio di essere svegliato da chi torna tardi o si alza presto. Prezzi da 400$ a 600$, ma spesso la sala è condivisa con altre persone e non rimane molto spazio comune.

Homestay
Io penso che se uno ha scelto di andare così lontano da casa abbia messo in conto di doversi arrangiare e ne sia anche felice. Ecco dunque che questa soluzione non è l'ideale. Si tratta di andare a vivere in una famiglia che ha una stanza in più e la affitta. Spesso sono compresi anche 2 o 3 pasti al giorno. I prezzi, soprattutto se comprensivi dei pasti, possono arrivare anche a 1000$.

Second floor/apartment
E' la soluzione migliore: si resta in alto, più arieggiati. Se poi siamo in un high-rise a Downtown, allora potremmo anche avere una vista stupenda sull'Oceano o sulle montagne o su una parte della città. I prezzi dipendono molto dalla zona e dalle dimensioni: in linea di massima si va dai 500$ ai 1200$.

Viste le principali tipologie ecco dove cercare: due siti internet su tutti, craiglist e kijiji. Io uso quasi solo il primo e ogni giorno vengono aggiunti centinaia di annunci solo di stanze. Lo strumento è utile anche per tante altre cose: bici, auto, lavoro, arredamento. Tante cose si possono anche trovare a gratis, basta andare a prenderle. Insomma è un po' come le riviste che si trovano in Italia (Città Nostra, il Mercatino, la Bancarella, etc.). Un'altra possibilità è quella di setacciare una zona di interesse alla ricerca di un cartello in giardino con la scritta vacancies. Non è un modo veloce ed efficace, ma può essere più rilassante e salutare che passare una giornata a scorrere annunci sul computer.

E' bene cercare un posto che sia ben servito dal sistema di trasporto pubblico: in ordine di priorità direi meglio se vicino ad una stazione dello skytrain, in alternativa in prossimità di una linea Express di autobus (sono linee che fanno lo stesso percorso di altri bus, ma si fermano solo alle fermate principali. Non si trovano su tutte le linee, ma solo sui percorsi più affollati. Il più famoso è il 99 che collega UBC con la stazione di Broadway/Commercial, poi c'è il 43 che collega UBC con la stazione di Joyce St, correndo lungo la 41st Avenue). E' bene anche controllare i servizi notturni: lo skytrain chiude intorno all'1 di notte, molti bus finiscono il servizio e alcuni percorsi sono coperti dalle linee notturne (con denominazione Nxx).

Tutto questo per dire che ancora non ho trovato casa, o meglio l'avevo trovata: per 500$/mese al secondo piano di una casetta, con altre 2 persone e basta. Esattamente a metà strada tra Cambie St.   e Main St. e a 5 isolati da Broadway. Insomma si poteva raggiungere Downtown in 20 minuti a piedi circa. Ebbene quando ho confermato 2 ore dopo essere andato a vedere il posto (ed essere andato per primo) hanno risposto che avevano scelto qualcun'altro. E così ieri sera è ripartita la caccia, che non viene di certo facilitata dall'avere a che fare con menti geniali. Contatto un tizio via mail (unica possibilità) e gli dico che mi può contattare sia via mail che al telefono. Poi velocemente fisso un appuntamento per andare a vedere stamattina un altro posto (il mitico den) così scrivo di nuovo al tipo dicendo che domani (oggi per chi legge) sarei stato a Downtown quindi se leggeva la mail di contattarmi via telefono così da andare a vedere il posto se fossi stato in zona. Dopo aver visto lo sgabuzzino al mattino e girato a vuoto fino alle 3.30 decido di rientrare. Alle 5 arrivo a casa e mi trovo la mail del genio, mandata alle 2.30: "sei a downtown?" 

La mia reazione

3 commenti:

  1. Ahah Nicola quanto mi ha fatto sorridere l'ultima parte del post con annessa foto.
    Ancora auguri per la ricerca ^_^

    RispondiElimina
  2. epic facepalm! forza nic, mai perder la speranza! ;)

    RispondiElimina
  3. Come va la ricerca? Trovata qualche sistemazione?
    Alessandro.

    RispondiElimina